Home : Riscossione web

Riscossione web

Il software per la gestione completa in proprio della Riscossione delle Entrate Patrimoniali fino all'ingiunzione e di produzione delle liste di carico per l’esecuzione forzata.
RISCOSSIONE Web è stato pensato come gestore unico di tutte le entrate NON riscosse da parte dei diversi Settori dell’Ente, gestione solitamente delegata al Servizio a ciò dedicato del Settore Entrate.

Caratteristiche generali del software

COSA LEGGE RISCOSSIONE WEB

RISCOSSIONE Web nasce per ricevere liste di caricamento di import da riscuotere, provenienti da diversi back-office di gestione di entrate tributarie e/o patrimoniali.
Tali liste di carico possono riguardare:

  • inviti iniziali di pagamento da riscuotere;
    • divise per accertato.
  • inviti di pagamento non riscossi da sollecitare;
  • solleciti di pagamento non riscossi, da ingiugere;
  • ingiunzioni non riscosse sulle quali agire con l'esecuzione forzata (ruolo).

COME LEGGE RISCOSSIONE WEB

RISCOSSIONE Web comunica in ingresso con i seguenti tracciati records :

  • tracciato OASI dell'accertato;
  • tracciato OASI del provvedimento;
  • tracciato 290;
  • tracciato 450.

COME RENDICONTA RISCOSSIONE WEB

Ogni movimento caricato è riconducibile al back-office esterno da cui proviene e i pagamenti dei movementi caricati possono essere estratti ed essere ritornati verso il back-office di provenienza.
Ogni movimento pagato può essere visto internamente a RISCOSSIONE Web ove si trovano gli strumenti di analisi dei pagamenti e delle mancate riscossioni necessari per scalare verso i provvedimenti di sollecito, ingiunzione, sanzione, ordinanza di ingiunzione.
RISCOSSIONE Web è parametrizzato in modo che l'Amministrazione possa decidere se l'attività di sollecito o di ingiunzione debba essere svolta automaticamente da RISDCOSSIONE Web o debba essere importata dall'esterno dal back-offoce.
Il tracciato con cui RISCOSSIONE Web rendiconta è a tracciato record fisso.
I dati veicolati sono :

  • la chiave univocache identifica il movimento di carico;
  • la data di riscossione;
  • l'importo riscosso;
  • la data di notifica;
  • l'esito della notifica.

IUV

RISCOSSIONE Web ha un'architettura dati che permette di evolvere in modo semplice e automatico in previsione dell'adozione sul territorio nazionale dello IUV.

INTEROPERABILITA'

RISCOSSIONE Web oltre che permettere agli operatori di inserire posizioni manualmente, interopera con i Backoffice mediante liste massive di carichi e sgravi.
Inoltre le estrazioni di dati per la gestione della riscossione o per la rendicontazione verso i Backoffice, possono essere totali o parziali per intervallo temporale (di riscossione o di notifica).
In questo modo l'estrazione può dialogare con altri applicativi "ritornando" verso di essi le informzioni circa i pagamenti ricevuti e gli esiti delle notifiche degli atti emessi.

LA LAVORAZIONE DI RISCOSSIONE WEB

COSA PRENDE

RISCOSSIONE Web accetta anche carichi di provvedimenti già parzialmente trattati dai back-office di provenienza per farsi poi carico del tratto mancante verso l'esecuzione forzata (ruolo esecutivo).
RISCOSSIONE Web può ricevere carichi di liste di riscossioni :

  • di inviti bonari;
  • di inviti non pagati;
  • di solleciti non pagati;
  • di ingiunzioni;
  • di sanzioni;
  • di ordinanze di ingiunzione.

 RISCOSSIONE Web sa farsi carico delle emissioni dei provvedimenti di riscossione, successivi al caricamento delle liste.

COSA PRODUCE

  1. Nei casi di carichi di inviti bonari, RISCOSSIONE Web emette e rendiconta.
  2. Sulla rendicontazione prosegue poi con meccanismi di generazione e di emissione di solleciti, ingiunzioni e di riscossione forzata.
  3. Ogni provvedimento può generare gli interessi dovuti (il calcolo degli interessi è parametrizzato sia nella sua eventuale presenza nel provvedimento, sia nella determinazione delle date di inizio e di fine) e le eventuali spese accessorie.
  4. Nel caso in cui il regolamento dell'Ente preveda l'emissione di sanzioni per violazioni al regolamento (quali mancato pagamento del sollecito), RISCOSSIONE Web procede con la creazione automatica delle Sanzioni e, sulle Sanzioni non pagate, con l'Ordinanza di Ingiunzione.
  5. Infine sia le Ingiunzioni, che le Ordinanze di Ingiunzione non pagate, vengono emesse utilizzando i tracciati 290 e/o 450 ai fini dell'esecuzione forzata ruolo esecutivo).

COME FILTRA

I meccanismi di generazione dei provvedimenti (solleciti, ingiunzioni, sanzioni, ordinanze) sono parametrizzati e veicolati alla esistenza di condizioni :
  • di tipo Temporale;
  • di tipo Economico;
  • di Figure di inadempienza;
  • di tipo di Esito delle notifiche.

ANAGRAFE ESTESA

I soggetti legati ai debiti provengono da Anagrafiche separate e come tali vengono caricate e confrontate mantenendo la separazione originale. Nell'angrafe estesa è poi possibile stabilire visioni orizzontali e complessive per Codice Fiscale e Partita Iva.

LE SPEDIZIONI

  • La spedizione - La stessa Partita contabile figura, presso il Cittadino, nella richiesta di pagamento iniziale del Settore di provenienza ed entra nelle diverse comunicazioni (Sollecito, Ingiunzione, etc…) che RISCOSSIONE Web spedirà al Cittadino debitore.
    RISCOSSIONE Web tratta quindi separatamente il debito (dovuto iniziale, interessi per sollecito, interessi per ingiunzione, spese per sollecito, spese per ingiunzione, sanzione…) dalla spedizione cartacea nella quale il debito è elencato e reclamato. La spedizione è quindi marcata univocamente e permette di riconoscere l’insieme di debiti che salda.
  • La stampa in proprio - RISCOSSIONE Web prevede la stampa dei bollettini (spedizioni) in proprio con stampa del V Campo, dei codici a barre e del data matrix necessari per ottenere l’autorizzazione da Poste Italiane ad usare il modello 896. La rendicontazione può quindi avvenire in modo automatico con gli scarichi periodici di Poste.

I PROVVEDIMENTI 

  • Solleciti - Un sollecito raggruppa per soggetto un insieme di dovuti non pagati.
    Per ciascun dovuto viene calcolata una nuova riga di interessi e per il sollecito nel suo complesso viene infine un movimento di spesa accessoria.
    Un sollecito raccoglie quindi: N dovuti, N interessi e 1 spesa accessoria.
  • Ingiunzioni - Un’ingiunzione raggruppa per soggetto un insieme di dovuti (originari, interessi da sollecito, spese accessorie) non pagati e provenienti anche da diversi solleciti.
    Per ciascuno dei debiti originari viene calcolata un nuova riga di interessi moratori che proseguono il calcolo degli interessi a partire da quelli legati al sollecito. L’ingiunzione poi presenta un movimento di spesa accessoria. Un'ingiunzione raccoglie quindi: N dovuti, K interessi e 1 spesa accessoria, con K>N.
  • Sanzioni - Se il regolamento dell’Ente prevede la sanzione per mancato rispetto del regolamento comunale e per il mancato pagamento del sollecito, RISCOSSIONE Web supporta la creazione della sanzione.
    Le sanzioni vengono create in versione temporanea e sofisticati sistemi di filtraggio permettono all’Ente di decidere quali sanzioni portare avanti.

I filtri tengono conto :

    1. dell'intervallo temporale intercorso dalla data di notifica;
    2. del valore assoluto del non riscosso;
    3. della percentuale del non riscosso;
    4. dell'esito della notifica.
  • Ordinanze di Ingiunzione - Alla sanzione non pagata segue l’Ordinanza d'ingiunzione nella quale si ritrova la Figura di Inadempienza del soggetto, volta a modulare secondo una griglia tabellata e definita dall’utente l’importo ingiunto.
  • Esecuzione forzata (ruolo) - I Ruoli 290 e 450 sono utilizzati per fornire al soggetto preposto alla riscossione esecutiva gli importi da riscuotere.

PAGAMENTI 

  • Importazione pagamenti - I pagamenti possono provenire da Poste Italiane, dalla Tesoreria, da altri soggetti con tracciati di volta in volta definiti. Ogni fonte avrà il proprio caricamento massivo dedicato.
  • Ripartizione dei pagamenti - Un pagamento effettuato con un bollettino ricevuto viene abbinato automaticamente con la propria Spedizione e quindi i singoli dovuti che a quella spedizione concorrono vengono saldati.
    Ogni altro pagamento, effettuato con bollettini in bianco, liberi pagamenti effettuati in tesoreria, devono essere caricati dall’utente per essere poi ripartiti manualmente tra i dovuti.
  • Propagazione del pagato - I pagamenti ricevuti vengono messi a disposizione del Settore di provenienza al fine di dare la possibilità a quel Settore di conoscere chi abbia messo in regola la propria posizione debitoria ed eventualmente aggiornare i software gestionali dipartimentali.
  • Statistiche -  Le statistiche forniscono la divisione dei flussi di entrata :
    • per accertamenti;
    • per fonte del pagamento;
    • per data di accredito.